Messina: meraviglia siciliana

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on RedditShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone

Si tratta senza dubbio di una delle provincie siciliane più incantevoli e ricche di storia: Messina, denominata anche “porta della Sicilia” è uno dei luoghi da visitare almeno una volta nella vita.

Anticamente era denominata, Zancle, nome di origine sicula derivante da zanclio che significa ricurvo, forse a richiamare la forma del porto a mo’ di falce costituito dalla penisoletta, chiamata oggi di S. Raineri. 

Messina raggiunse il suo massimo splendore tra il tardo medioevo e la metà del XVII secolo, allorché si contendeva insieme a Palermo il ruolo di capitale siciliana.

Punto di partenza per la visita della città è Piazza della Repubblica, al centro della quale potrai ammirare una fontana risalente ai primi del Novecento. Nelle vicinanze poi ci sono via Primo Settembre e piazza Cavallotti.

La strada più grande e più importante della città è Viale San Martino dove potrai entrate e fare acquisti nei vari negozi che costellano la via o fermarti in uno dei tanti bar e gustare un buonissimo gelato o la celebre granita messinese.

Proseguendo nel percorso ti troverai nella piazza principale della città: Piazza Cairoli luogo di ritrovo dei messinesi. Al centro della piazza ci si ferma ad ammirare gli zampilli della fontana e se sei particolarmente assetato, potrai dissetarti ad uno dei tanti chioschi dislocati nella piazza con della freschissima limonata al sale.

Se torni indietro verso viale San Martino e giri in via Santa Cecilia potrai contemplare l’appartamento dove soggiornò Giovanni Pascoli, e dove compose la famosa poesia L’aquilone.

Una chiesa che ti saprà affascinare è senza dubbio la Chiesa dei Catalani, una meravigliosa costruzione che rappresenta un tipico esempio di arte bizantina.

 

Il  santuario della Madonna del Carmelo, meglio conosciuto come chiesa del Carmine, si trova sull’antica via Porta Imperiale e nonostante sia stato distrutto e in seguito ricostruita per via del terremoto del 1908, conserva ancora degli elementi architettonici tipicamente neoclassici.

Cuore della città di Messina è Piazza Duomo dove sorge l’edificio omonimo realizzato in stile gotico, barocco e neogotico e dedicato alla Madonna Assunta, all’interno del quale potrai ammirare il prezioso tesoro del Duomo.

 

Sul campanile della cattedrale della città è inserito uno spettacolare orologio astronomico che si compone di due parti: la prima, rivolta alla piazza, è decorata con rappresentazioni allegoriche; la parte rivolta alla cattedrale è invece l’orologio astronomico vero e proprio.

Sempre in piazza del Duomo, troverai anche la famosa fontana di Orione, un’imponente scultura marmorea dove sono raffigurati i quattro fiumi, importanti per la popolazione di Messina.

Davvero imponente è il suggestivo “stretto di Messina”, un canale che collega il Mar Ionio con il Mar Tirreno e che separando le due città di Messina e Reggio Calabria, separa la Sicilia dalla Calabria e quindi dall’Italia peninsulare e dal continente.

Una città dai mille volti che saprà rapirti con le sue bellezze e il suo fascino arcaico.

 

Messina: meraviglia siciliana
Vote

Latest posts by Mariella (see all)

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on RedditShare on Google+Share on TumblrEmail this to someone
Pubblicato in Destinazioni turistiche, Sicilia

Lascia un commento