La Costiera Amalfitana

Costiera Amalfitana
Costiera Amalfitana

Perla della costa della costa campana, paradiso naturale, parliamo della costiera amalfitana, luogo caratterizzato da natura incontaminata e acque così limpide e cristalline, che le hanno valso il titolo nel 1997 di  “Patrimonio dell’umanità” da parte dell’Unesco.

Chiunque si trovi a visitare la costiera amalfitana ha la sensazione di trovarsi su di un balcone sospeso a metà sulle acque blu cobalto del Tirreno e l’azzurro terso del cielo.

La costiera amalfitana è detta anche Divina dal momento che riesce a portarti in una dimensione superiore, quasi irreale, dalla quale non vorresti più svegliarti.

Terra dai mille profumi e sapori, è nota a tutti per le sue incantevoli spiagge, e per la natura ancora selvaggia, tutto disposto in maniera verticale, comprese le pittoresche abitazioni che si affacciano sul mare e sono a volte nascoste nell’intreccio di suggestive stradine.

La costa amalfitana si estende per circa 11.321 ettari tra il Golfo di Napoli e il Golfo di Salerno e comprende 13 comuni: Amalfi, Atrani, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri sul Mare.

Il territorio offre, a chiunque voglia visitarlo varie attrazioni che mirano a soddisfare le esigenze del visitatore scegliendo tra varie alternative disponibili.

Cosa visitare sulla costiera amalfitana

Per chi ama il trekking e l’attività all’aria aperta o per chi vuole semplicemente stare più a stretto contatto con la natura, non potrà fare a meno di fare un’escursione sul Sentiero degli Dei, dal quale è possibile ammirare tutta la bellezza della costa.

Sentiero degli dei
Sentiero degli dei

Si tratta di un sentiero naturalistico sui monti Lattari, che si snoda lungo l’intera fascia costiera per 7 km. Il tratto più interessante del sentiero è quello che intercorre tra Positano e Nocelle dove il paesaggio riesce ad incantare per via dell’alternarsi di pinete, grotte da esplorare e soprattutto suggestivi scorci della Costiera Amalfitana.

Vuoi ammirare lo splendore della natura dal mare?

Un giro in barca è quello che fa al caso tuo, infatti potrai ammirare gli angoli più belli dell’intera costa e visitare alcune tra le città più rinomate della costa prima fra tutte Almafi.

Amalfi
Amalfi

Amalfi

Antica repubblica marinara, caratterizzata da edifici di influenza araba e bizantina, Amalfi è una città davvero magica e romantica caratterizzata da un intreccio di stradine anguste incorniciate da archi e torri che fanno da guardia alla città.

Da visitare assolutamente è il Duomo che si trova in cima ad una lunga scalinata e che comprende due basiliche comunicanti, una cripta inferiore, il campanile e il Chiostro del Paradiso.

Duomo di Amalfi
Duomo di Amalfi

L’edificio è dedicato a Sant’Andrea Apostolo e caratterizzato da un’insieme di stili architettonici differenti quali romanico, barocco e rococò visibili all’interno della basilica dove l’ampio soffitto a cassettoni con false decorazioni in oro e l’altare finemente lavorato in stile barocco, sono  testimonianza di una città poliedrica.

Ravello

Ravello
Ravello

Da Amalfi ci si sposta a Ravello conosciuta anche come città della musica, dato che si svolgono importanti festival musicali. La città si trova su di una rupe scoscesa e dalla quale si può godere di un’incantevole vista panoramica sul Mar Tirreno e sul golfo di Salerno.

Ravello è soprattutto famosa per due splendide ville rinomate per i suoi magnifici giardini: Villa Rufolo e Villa Cimbrone.

Villa Rufolo e Villa Cimbrone
Villa Rufolo e Villa Cimbrone

I giardini di Villa Cimbrone sono considerati il luogo più bello e suggestivo del mondo, non a caso dalla sua famosa Terrazza dell’Infinito potrai ammirare scenari mozzafiato che spaziano sull’intera costa.

Terrazza dell'Infinito

Sal de Riso e i dolci della costiera

Sal de Riso
Sal de Riso

La costiera amalfitana saprà conquistarti anche con i suoi sapori decisi ma delicati; ecco perché è d’obbligo fare un salto da Sal de Riso, il più noto pasticciere del Sud al quale si deve la creazione della paradisiaca Delizia al limone e della deliziosa Torta Ricotta e Pere che potrai gustare nella sua pasticceria a Minori.

Insomma la costiera amalfitana è ricca non solo di bellezze paesaggistiche ma anche di meraviglie architettoniche che la rendono la meta ideale per chi vuol trascorrere dei momenti unici e indimenticabili ad un passo dal cielo.

Minori
Minori

Pompei

Pompei, è una delle città campane dove antico e moderno, sacro e profano si fondono dando vita a luoghi di indubbio fascino e splendore.

Non a caso i numerosi turisti che si recano ogni anno a Pompei per vistarla rimangono incantati dalla ricchezza dei suoi monumenti, testimonianza di una storia che continua a raccontarsi ogni giorno.

Tuttavia, se si ha a disposizione poco tempo, o si è solo di passaggio si può ugualmente visitare Pompei, basta svegliarsi presto, indossare un paio di scarpe comode, munirsi di acqua ed ecco che si è pronti per questo fantastico viaggio!

Cosa vedere a Pompei

Una volta giunti a Pompei, si ha solo l’imbarazzo della scelta su cosa visitare. Indubbiamente i luoghi più importanti da vedere sono:

  • gli scavi di Pompei
  • il santuario della Beata Vergine di Pompei
  • la Villa dei Misteri

Gli scavi di Pompei

Scavi PompeiPrima tappa obbligatoria di questo viaggio sono senza dubbio gli scavi archeologici di Pompei, testimonianza del passato della città.

Fondata nell’VIII secolo a.C. dagli Osci, antica popolazione di stirpe italica, Pompei era un’importante centro commerciale nota per la produzione di vini e oli, e per questo motivo fu occupata da Greci, Etruschi e Sanniti.

Fu grazie all’avvento dei Romani, nel III sec. a.C. che si ebbe un forte sviluppo architettonico e la città si romanizzò a tal punto da diventare la residenza di villeggiatura” del patriziato romano.

Purtroppo la crescita e lo sviluppo della città furono arrestati a causa di un grave evento che si verificò nel 79 d.C. che ne causò la distruzione: l’eruzione del Vesuvio.

L’eruzione fu così potente da colpire anche i vicini centri di Ercolano, Stabia e Oplonti: nel giro di poche ore la città fu sepolta prima da uno strato fitto di cenere e lapilli e poi coperta da una colata lavica, quasi nessuno si salvò.

Una tragedia che tuttavia ha permesso agli antichi monumenti di conservarsi nel corso degli anni e di giungere quasi intatti a noi che possiamo così ammirarli in tutto il loro splendore.

Potrete ammirare:

  • il Foro e il Tempio di Apollo: il foro era l’antico centro cittadino, luogo economico, religioso e politico al cui centro si trova il più antico monumento di Pompei: il Tempio di Apollo.
  • L’Anfiteatro: dove si svolgevano le lotte tra i gladiatori.
  • Il Lupanare di Pompei: vere e proprie case di piacere, dove sono conservati dei quadretti che raffigurano i vari “servizi” che venivano offerti.

Il Santuario della Beata Vergine del Rosario

Santuario della Beata Vergine del Rosario di PompeiPompei però non è solo storia, ma anche importante centro religioso dal momento che vi sorge il Santuario dedicato alla Vergine del Rosario, dove ogni giorno si raccolgono in preghiera migliaia di devoti. Il santuario fu fondato da Bartolo Longo e costruito tra il 1876 e il 1891. La basilica presenta una pianta a croce latina con tre navate associate a tre altari che si congiungono dietro l’abside. La navata centrale è sormontata da una cupola alta 57 metri decorata con affreschi che raffigurano la vita di Bartolo Longo.

La Villa dei Misteri

Villa dei MisteriLa Villa dei Misteri è uno dei luoghi più visitati di Pompei. Si tratta di un’antica casa romana collocata fuori dalla città. Non si sa di preciso a chi appartenesse la casa, sicuramente ad un ricco patrizio romano. In molti ritengono che la Villa era di Livia, la moglie dell’Imperatore Augusto, di cui è stata trovata una statua tra le rovine. Ma il suo nome è legato soprattutto alla serie di dipinti scoperti in una camera dell’abitazione, e della quale si cerca di capirne ancora oggi il significato. E’ sempre più accettata l’ipotesi che le scene rappresentino l’iniziazione di una giovane donna o ad un culto dionisiaco o al matrimonio. Qualunque sia la spiegazione non si può non rimanere affascinati da queste immagini che incantano chiunque si soffermi a guardarle.

Insomma, una città che non finisce mai di stupire, e che riesce a conquistare chiunque si rechi a visitarla, regalando ogni volta emozioni sempre nuove che resteranno indelebili.

Lucca: come arrivarci

torre-guinigi-lucca-1024x686

Lucca si trova in Toscana.  A Lucca si può arrivare sia con l’autobus che con il treno.

lucca-mappa
Lucca, mappa
  • Firenze – Lucca

L’azienda CTT (Compagnia Toscana Trasporti) offre il collegamento tra Firenze e Lucca ogni giorno. Il capolinea a Lucca è in Piazzale Verdi, mentre a Firenze – stazione FS Firenze Santa Maria Novella. La durata del viaggio è circa un’ora e 15  minuti.

Potete consultare gli orari qui (fino al 30 giugno 2017): Firenze – Lucca

piazza-anfiteatro-lucca-750x400
Piazza Anfiteatro, Lucca
  • Pisa – Lucca

L’azienda CTT (Compagnia Toscana Trasporti) offre il collegamento anche tra Pisa e Lucca. Il capolinea a Lucca è in Piazzale Verdi, mentre a Pisa l’autobus effettua 4 fermate: AEROPORTO GALILEI DI PISA, PISA-CONTE FAZIO, PISA-VIA CRISPI, PISA -VIA FERMI, Pisa PIAZZA DEI MIRACOLI, PISA -P.TA A LUCCA. La durata media del viaggio è un’ora.

Potete consultare gli orari qui (fino al 30 giugno 2017): Pisa – Lucca.

Sommerferien 06. 01. - 18. jul. 06. Italia - Toscana. Lucca. ble romersk koloni i 180 f.Kr. Murene rundt byen ble reist mellom 1504 og 1645. San Martino, Luccas katedral fra 1000-tallet.
Lucca
  • Viareggio – Lucca

L’azienda CTT (Compagnia Toscana Trasporti) offre il collegamento anche traViareggio e Lucca. Il capolinea a Lucca è sempre  in Piazzale Verdi, mentre a Viareggio l’autobus ferma in Piazza d’Azeglio. La durate media del viaggio è solo 45 minuti.

Potete consultare gli orari qui (fino al 30 giugno 2017): Viareggio – Lucca. 

lucca-parco
Lucca
  • Il treno

La stazione FS di Lucca si trova in Piazza Ricasoli, vicino alle mure. Con il treno si può raggiungere Lucca sia dalle città di Toscana sia dalle città dalle altre regioni d’Italia, tipo Bologna, Roma, La Speazia.

le-mura-di-lucca
Le mura di Lucca

Parco Nazionale Gran Paradiso: come arrivarci

valle-daosta-prato-di-s-orso-e-gran-paradiso-cogne-foto-kondo_0

Il Parco Nazionale Gran Paradiso si trova a metà fra Valle D’Aosta e Piemonte. Ci sono 5 vallate principali del Parco: la Valle Orco, la Valle Soana, la Valle di Rhemes, la Valsavaranche e la Valle di Cogne.

  • Torino – il Parco Nazionale Gran Paradiso (la Valle Orco e la Valle Soana)

L’azienda di autobus GTT (Gruppo Torinese Trasporti) offre gli autobus diretti da Torino bus diretto alle valli piemontesi del Parco (da Via Fiochetto sino a Rivarolo). La durata media del viaggio è un’ora. A Torino l’autobus parte da via Fiochetto. Poi l’autobus effettua 6 fermate a Torino.

Potete consultare gli orari e le fermate qui (orario in vigore dal 1° febbraio 2016): Torino – il Parco Nazionale Gran Paradiso, GTT, linea 135

Inoltre GTT offre la linea ferroviaria SFM1 da Torino a Rivarolo o a Pont.

Potete consultare gli orari qui: la linea ferroviaria SFM1

Poi da Rivarolo oppure Pont si deve prendere l’autobus di GTT per arrivare a valle Orco e Valle Soana.

Potete consultare gli orari qui:

137 RIVAROLO – PONT – CERESOLE (Valle Orco) dal 12.09.16

140 PONT – VALPRATO SOANA (Valle Soana) dal 10.06.16

parco-nazionale-paradiso

  • Aosta – il Parco Nazionale Gran Paradiso  (la Valle di Rhemes)

L’azienda di autobus Savda vi porta da Aosta a Rhemes Saint Georges e Rhemes Notre Dame. La durata media del viaggio è un’ora.

Potete consultare gli orari qui (fino al 31/12/2016): Aosta – Valle di Rhemes

Se venite da Torino o Milano, prima si deve arrivare ad Aosta con il treno.

parco-nazionale

  • Aosta – Cogne

L’azienda di autobus  SPV effettua il collegamento tra Aosta e Cogne ogni giorno.

Potete consultare gli orari qui (valido dal 15/06/2016): Aosta – Cogne

parco_gran_paradiso

 

  •  Villeneuve – il Parco Nazionale Gran Paradiso (Valsavarenche)

L’azienda di autobus Savda anche offra il collegamento tra Villeneuve e la Valsavarenche. La durata media del viaggio è 40 minuti.

Potete consultare gli orari qui (fino al 31/12/2016): VILLENEUVE – VALSAVARENCHE

granparadiso3

Cervinia: come arrivarci

appartamenti_cervinia

Cervinia si trova in Valle d’Aosta e dista circa 120 km da Torino e 190 km da Milano.

  • Torino – Cervinia

1. L’azienda SADEM effettua il collegamento diretto tra Torino e Cervinia SOLO la domenica e festivi e SOLO dall’1 Jan al 25 Apr; dal 1 Jul al 31 Aug; e dal 26 Dec al 31 Dec.  Sci e tavole da snowboard (in numero di 1 per passeggero pagante) viaggiano gratuitamente. La durata del viaggio è circa 2 ore. I biglietti si possono acquistare  nelle rivendite a Torino. Gli indirizzi sono sugli orari.

Potete consultare gli orari qui (in vigore dal 01/02/2016): Torino – Cervinia – Torino

2. Inoltre, l’azienda SAVDA effettua il collegamento tra Torino e Breuil-Cervinia. La durata del viaggio è circa 2 ore.  Le fermate in TORINO si trovano in: C.so Giulio Cesare (ingresso della città in corrispondenza dell’IVECO); C.so Giulio Cesare (Porta Palazzo); Porta Susa Stazione F.S.; C.so Vittorio Emanuele II (Autostazione). I biglietti si possono aquistare online su sito ufficiale di SAVDA oppure presso le biglietterie autorizzate. Alcune linee si effettuanno ogni giorno alcune no. Vi preghiamo di consultare gli orari.

Potete consultare gli orari qui (Orario valido  fino al 30  Novembre 2016): Torino Breuil-Cervinia Torino

cervinia
Cervinia
  • Milano – Cervinia

L’azienda SAVDA effettua il collegamento tra Milano e Cervinia con cambio in Autostazione Chatillon. A Milano l’autobus ferma a Lampugnano, che si trova vicino all’omonima fermata della metropolitana M1 (linea rossa). La durata del viaggio è circa 3 ore.  La prenotazione è obbligatoria. Si può farla via le biglietterie autorizzate oppure direttamente on-line su sito ufficiale di SAVDA (stampando il biglietto). il biglietto solo andata per gli adulti costa circa €. 18,40. Per i ragazzi fino a 12 anno il biglietto viene circa €. 13,90. I biglietti per gli adulti costano andata/ritorno costano €. 36,80 mentre per i ragazzi fino a 12 anni – €. 27,80.

Potete consultare gli orari qui (Orario valido fino al 30 Novembre 2016): Milano Cervinia. 

cervinia-italia
Cervinia
  • Il treno

Se volete prendere il treno, la stazione più vicina è quella di Châtillon/ Saint-Vincent. Da li’ ci sono degli autobus che vi portano a Cervinia.

 

Qui si può vedere come arrivare alle altre località sciistiche italiane.

 

 

Merano: come arrivarci

merano-autunno

Bellissima Merano si trova nella regione di Trentino-Alto Adige. è la seconda città più popolosa della regione che sicuramente vale la pena di visitare.

  • Bolzano – Merano

L’azienda SASA effettua il collegamento giornaliero tra Bolzano e Merano. La durata media del viaggio è un’ora. A Merano l’autobus ferma alla stazione.

Potete consultare gli orari qui (orari invernali 2015/16 Bolzano (13/12/2015 – 10/12/2016)): Bolzano – Merano

merano-centro
Merano
  • Milano – Merano

Gli autobus di Flixbus effettuano i collegamenti gironalieri tra Milano e Mirano. A Milano l’autobus ferma alla stazione autobus Lampugnano (vicino alla stazione di metro Lampugnano M1). L’autobus effettua anche le fermate intermedie Bergamo (Orio al Serio aeroporto), Bergamo Autostazione, Peschiera del Garda, Gardaland e Trento (Lungadige Monte Grappa) e a Bolzano. L’autobus arriva a Merano Terme, in Via Piave. Il costo è da 9 euro, prezzo pieno: 39,50 €. Ci sono 3 corse al giorno. La durata del viaggio è circa 5 ore 25 minuti.

Potete consultare gli orari qui (aggiornati 15.09.16)*: Milano – Merano Terme

*Prima di partenza sempre verificate gli orari su sito ufficiale di Flixbus perchè possono stati modificati.

merano
Merano
  • Roma – Merano

Gli autobus di Flixbus effettuano i collegamenti gironalieri tra Roma e Mirano. A Roma l’autobus ferma alla stazione autobus Tiburtina, mentre a Merano Terme in Via Piave. La durata del viaggo è 9 ore 25 minuti. C’è solo una corsa al giorno. Il costo è a pratire da 9 euro, il prezzo pieno è 59,50 euro.

Potete consultare gli orari e le eventuale fermate qui (aggiornati 15.09.16)*: Roma – Merano – Roma

*Prima di partenza sempre verificate gli orari su sito ufficiale di Flixbus perchè possono stati modificati.

merano-terme
Merano Terme
  • Il treno

Si può anche raggiungere Merano con il treno. Tutti i treni prima passano Bolzano. Per arrivare a Merano da Bolzano con il treno, ci vogliono circa 40 minuti. La stazione FS di Merano si trova proprio al centro.

merano-fiume
Merano

 

Non hai trovato come arrivare a Merano? Lasciaci un commento, ti cerchiamo di aiutare!